>> L'OASI SI PRESENTA >>  LISTA DELLE PIANTE DELL'OASI >> TRIFOLIUM CAMPESTRE

Trifolium campestre Schreb.
Trifoglio campestre

SISTEMATICA E TASSONOMIA
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida (Rosidae)
Ordine: Fabales
Famiglia: Fabaceae
Sono descritte due varietÓ incompletamente distinte:
- una con fusti eretti o ascendenti, capolini lunghi 12-13 mm su peduncoli lunghi circa quanto la foglia ascellante, corolla giallo-dorata di 4 raramente 5 mm: var. campestre (= T. camp. var. typicum Fiori, T. procumbens var. majus Koch),
- una con fusti prostrato-ascendenti, capolini lunghi 9-10 mm su peduncoli lunghi 2-4 volte la foglia, corolla giallo-pallida di 2-3 mm: var. pseudoprocumbens (Gmelin) Asch. et Gr. (= T. procumbens Auct. Fl. Ital. s.s., non L.; T. schreberi Jordan; T. procumbens var. minus Koch).
La prima prevale al nord e nei luoghi umidi, la seconda al sud e nelle stazioni aride calcaree.
Il trifoglio campestre pu˛ essere confuso con Medicago lupulina L. (Erba medica lupulina), che si distingue per legumi ripiegati a semicerchio e con Trifolium dubium Sibth. (Trifoglio dubbio), che si distingue per fusti sottili, zizaganti, pubescenti in alto, capolini con pochi fiori, vessillo con nervature poco evidenti ripiegato longitudinalmente su tutta la lunghezza.

CARATTERISTICHE
Pianta annua erbacea alta 5-20 cm con fusti semplici o ramosi alla base, pubescenti, portanti 1-2 capolini.
Le foglie sono spaziate con due stipole lanceolate di 2 x 5 mm, acuminate; piccioli di 4-6 mm; i segmenti sono ellittici di 4-8 x 5-10 mm dentellati nella metÓ superiore, il centrale picciolettato.
Presenta capolini ovati di 9-13 mm ricchi di fiori 20¸30, portati da peduncoli ascellari, calice con 5 denti, i 2 superiori pi˙ lunghi, gli altri 3 pi˙ brevi. Vessillo ripiegato all'ingi¨ solo verso l'apice, con nervature marcate a margine denticolato. Corolla prima gialla, dopo l'antesi, bruno rossiccia; sporadicamente si preenta anche rosea o bruno-violacea.
Il frutto Ŕ un diclesio stipitato, di circa 3 mm, incluso nel calice o anche pi¨ lungo, indeiscente, con pericarpo membranoso e 1 seme liscio, ovoide, giallastro, lungo circa 1 mm. Peso di 1000 semi circa 0.35 g. Un grammo contiene circa 2800 semi.
Si propaga per seme.
T scap - Terofite scapose
Antesi: aprile¸agosto

COROLOGIA E DISTRIBUZIONE GENERALE
Paleotemp. - Eurasiatiche in senso lato, che ricompaiono anche nel Nordafrica.
Distribuzione in Italia: Comune in tutto il territorio.

DISTRIBUZIONE E HABITAT IN EMILIA-ROMAGNA
Presente al bordo dei campi, negli incolti aridi.

SEGNALAZIONI NELL'OASI
DATA STAZIONE RILEVATORE NOTE
09/04/2017 Prato incolto davanti a Casa Natura (dal bombolone) Sirotti Maurizio Visita guidata flora spontanea
09/06/2013 Prati incolti in libera evoluzione lungo sentiero Sirotti Maurizio Visita addestramemento flora spontanea

Webmaster: Ecosistema scrl
Consulenze e Servizi per la conservazione della Natura e lo sviluppo ecosostenibile - Copyright ę 2006-2013 Ecosistema scrl