>> L'OASI SI PRESENTA >>  LISTA DELLE PIANTE DELL'OASI >> MALVA SYLVESTRIS

Malva sylvestris L.
Malva selvatica

SISTEMATICA E TASSONOMIA
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida (Dilleniidae)
Ordine: Malvales
Famiglia: Malvaceae
In Italia è presente la sola sottospecie nominale.
Specie simili presenti in Italia (e anche in Emilia-Romagna) sono:
- Malva neglecta Wallr. - Malva domestica, che si distingue per fusti generalmente prostrati, ispidi per peli stellati, foglie con lamina a contorno circolare, piuttosto ridotte, piccoli fiori seminascosti dalle foglie di colore lillacino chiarissimo, quasi biancastri, frutti con faccia dorsale arrtondata, non solcata.
- Malva nicaeensis All.- Malva scabra, che si distingue per foglie superiori con lobi profondi, spesso acuti, fiori di dimensioni minori, privi di striature e di colore azzurro-biancastro.

CARATTERISTICHE
Pianta perenne raramente annua, di aspetto erbaceo, pubescente, con fusti robusti, striati, ispidi, molto ramificati, legnosi alla base. Strisciante oppure eretta raggiunge generalmente i 60 cm di altezza, ma talvolta è dotata di steli che possono raggiungere 1,5 m di lunghezza.
La lunga e carnosa radice fittonante, nel primo anno, produce una rosetta di foglie basali dal lungo picciolo, palmato-lobate, le cauline sono stipolate, profondamente divise, alterne, con lamina fogliare pubescente, pentalobate, palminervie a margine crenato.
All'ascella delle foglie cauline sono inseriti i fiori, solitari o raggruppati 2÷6, hanno lungo peduncolo, il calicetto è costituito da 3 piccole brattee, calice a cinque sepali triangolari, la corolla è formata da 5 petali bilobati, di color rosa-violaceo con striature più scure, numerosi stami con filamenti saldati. I carpelli sono 10÷12, disposti a verticillo.
I frutti sono poliacheni circolari, glabri o pubescenti, appiattiti sul dorso e reticolati; si dissolvono in 10-13 mericarpi indeiscenti, monospermi, glabri o pubescenti, di 10-13 x 1,5 mm, con dorso appianato e reticolato, angoli acuti e le facce laterali radialmente striate, da giallastri a nerastri.
H scap - T scap
Antesi: maggio÷ottobre

COROLOGIA E DISTRIBUZIONE GENERALE
Eurasiat. - Eurasiatiche in senso stretto, dall'Europa al Giappone.
Eurosiber. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Eurasia.
Subcosmop. - In quasi tutte le zone del mondo, ma con lacune importanti.
Distribuzione in Italia: Comune in tutto il territorio.

DISTRIBUZIONE E HABITAT IN EMILIA-ROMAGNA
Incolti, luoghi calpestati, ambienti ruderali, ai margini delle strade, frequente anche nei campi e nei prati.

SEGNALAZIONI NELL'OASI
DATA STAZIONE RILEVATORE NOTE
09/04/2017 Prato incolto davanti a Casa Natura (dal bombolone) Sirotti Maurizio Visita guidata flora spontanea
09/06/2013 Prati incolti in libera evoluzione lungo sentiero Sirotti Maurizio Visita addestramemento flora spontanea

Webmaster: Ecosistema scrl
Consulenze e Servizi per la conservazione della Natura e lo sviluppo ecosostenibile - Copyright © 2006-2013 Ecosistema scrl