>> L'OASI SI PRESENTA >>  LISTA DELLE PIANTE DELL'OASI >> TARAXACUM OFFICINALE

Taraxacum officinale (group)
Dente di leone, Piscialetto, Tarassaco comune, Piscia cane, Soffione

SISTEMATICA E TASSONOMIA
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Magnoliopsida (Asteridae)
Ordine: Asterales
Famiglia: Asteraceae
Il tipo nomenclaturale del genere attualmente accettato è Taraxacum officinale, basato su una descrizione di Leontodon taraxacum, definito da Carl von Linné nel 1753 nella pubblicazione "Species Plantarum - 2: 798". Il campione conservato, esaminato da A.J. Richards nel 1985, è invece riconducibile a Taraxcum campylodes G.E. Haglund, facente parte della sezione "Crocea" la cui distribuzione è limitata alla Lapponia.
I botanici J. Kirschner e J. Stepanek nel 1987 hanno quindi sollevato dubbi su questa tipizzazione e, conseguentemente, le specie di solito indicate con T. officinale (group) o T. officinale Weber (aggr.) ora dovrebbero essere ridefinite nell'ambito della sezione "Ruderalia". Per il momento nessun nuovo nome è stato proposto.

CARATTERISTICHE
Gruppo estremamente polimorfo, comunque tipicizzabile come pianta erbacea perenne alta fino a 40 cm, con radice fittonante che si diparte in radichelle laterali, totale assenza di tunica ma con squame marroncine al colletto. Alla frattura secerne un lattice bianco colloso.
Le foglie sono tutte in rosetta basale, di colore verde e dentate con una nervatura centrale e picciolo ben definito.
I fiori ligulati sono di colore giallo sono portati su steli eretti, le squame involucrali di colore verde sono ripiegate all’esterno.
I frutti sono acheni compressi, acuminati, il cui colore varia dal brunastro al biancastro. Dalla metà possiedono un becco lungo il doppio dell’achenio con in cima delle setole bianche a formare un globo piumoso ( il pappo) che consente la dispersione naturale dei semi.
H ros - Emicriptofite rosulate.
Antesi: marzo-novembre

COROLOGIA E DISTRIBUZIONE GENERALE
Circumbor. - Zone fredde e temperato-fredde dell'Europa, Asia e Nordamerica.
Cosmop. - In tutte le zone del mondo, senza lacune importanti.
Distribuzione in Italia: Pianta molto comune su tutto il territorio italiano, ad esclusione del Trentino-Alto Adige dove è stata segnalata per errore.

DISTRIBUZIONE E HABITAT IN EMILIA-ROMAGNA
Le diverse agoamospecie del gruppo vivono di regola in ambienti antropizzati: soprattutto nei prati stabili regolarm. falciati e concimati (arrenatcreti), come pure nella vegetazione sinantropica contigua (ambienti calpestati, ruderi).

SEGNALAZIONI NELL'OASI
DATA STAZIONE RILEVATORE NOTE
09/04/2017 Prato incolto davanti a Casa Natura (dal bombolone) Sirotti Maurizio Visita guidata flora spontanea
09/06/2013 Prati incolti in libera evoluzione lungo sentiero Sirotti Maurizio Visita addestramemento flora spontanea

Webmaster: Ecosistema scrl
Consulenze e Servizi per la conservazione della Natura e lo sviluppo ecosostenibile - Copyright © 2006-2013 Ecosistema scrl