>> L'OASI SI PRESENTA >>  LISTA DELLE PIANTE DELL'OASI >> ANACAMPTIS CORIOPHORA

Anacamptis coriophora (L.) R.M. Bateman, Pridgeon & M.W. Chase
Òrchide cimicina

SISTEMATICA E TASSONOMIA
Divisione: Magnoliophyta
Classe: Liliopsida (Liliidae)
Ordine: Orchidales
Famiglia: Orchidaceae
Sinonimi: Orchis coriophora L.; Orchis coriophora L. var. fragrans (Pollini) Boiss.; Orchis cimicina Crantz
Specie molto variabile nelle dimensioni dell'infiorescenza, colore e forma del labello e dello sperone, e Secondo alcuni autori questa orchidea sarebbe distinguibile, grazie a piccole differenze morfologiche, ma soprattutto per l'odore in due sottospecie (Fiori) o addirittura in due specie diverse ( "Flora d'Europa" Del Forge):
- O. coriophora L. subsp. coriophora, dallo sgradevole odore di cimice.
- O. coriophora subsp. fragrans (Pollini) Boiss. = O. fragrans Pollini = O. polliniana Sprengel, dal delicato profumo di vaniglia.
Si ibrida facilmente oltre che con altre Anacamptis e anche con orchidee dei generi Aceras, Dactylorhiza, Orchis.

CARATTERISTICHE
Pianta erbacea perenne con 2 tuberi globosi sessili o subsessili ed alcune radici secondarie.
Il fusto eretto, alto da 10 a 40 cm, liscio e glabro, foglioso fino in alto è inguainato alla base da squame scariose.
Le foglie basali disposte in rosetta, sono glabre e senza macchie, hanno profilo lanceolato, sono strette, aguzze e lunghe fino a 10 cm, mentre quelle cauline, progressivamente più corte, inguainano il fusto e quelle superiori somigliano a brattee.
Infiorescenza densa e multiflora (20-40 fiori) a spiga molto variabile da cilindrica allungata a corta e conica, lunga 3-7 (10) cm è provvista di brattee biancastre ai bordi e verde pallido al centro, più lunghe dell'ovario del fiore relativo (specialmente quelle inferiori):
I numerosi piccoli fiori ermafroditi, di colore dal rosso più o meno scuro fino al biancastgro e verdastro hanno odore variabile gradevole di vaniglia o sgradevole di cimice. Tutti i segmenti del perianzio, ad eccezione del labbro, sono raggruppati in un cappuccio oblungo e acuminato, rosso-brunastro, con venature verdi.
Labello lungo quanto i tepali, glabro, papilloso, col fondo biancastro e diffuse macchie rosse o totalmente rosso, trilobato, con lobo mediano apiculato, più lungo e più stretto dei laterali. Sperone roseo o biancastro, conico o sacciforme, arcuato e rivolto verso il basso, ± lungo quanto l'ovario. Stami connati con lo stilo a formare il gimnostemio rosato o violaceo con pollinio giallo.
Il frutto è una capsula fissuricida.
Impollinazione: entomogama
Disseminazione: anemocora
G bulb - Geofite bulbose.
Antesi: Aprile ÷ Giugno

COROLOGIA E DISTRIBUZIONE GENERALE
Euri-Medit. - Entità con areale centrato sulle coste mediterranee, ma con prolungamenti verso nord e verso est (area della Vite).
Distribuzione in Italia: Segnalata in tutte le regioni, più frequente al sud. In Italia la forma descritta anche come sottospecie tipo è presente al Nord, mentre nella penisola predomina il più xerofilo tipo fragrans, che differisce, oltre che per l’odore, per i colori più chiari e la maggior lunghezza dello sperone e del lobo centrale del labello. Il rango sottospecifico è oggi generalmente preferito, non solo rispetto a quello ecotipico, ma anche a quello di specie: A. fragrans (Pollini) R.M.Bateman 2003 (bas.: Orchis fragrans Pollini).

DISTRIBUZIONE E HABITAT IN EMILIA-ROMAGNA
Pascoli magri, garighe, cespuglieti, pinete, da 0 a 1000 m, su suoli asciutti o molto umidi (almeno temporaneamente), calcarei o debolmente neutri, o anche sabbiosi.

STATO DI CONSERVAZIONE DELLE POPOLAZIONI REGIONALI
Valutazione IUCN regionale: LC

SEGNALAZIONI NELL'OASI
DATA STAZIONE RILEVATORE NOTE
02/06/2016 Lungo Reno Andrea Serra (Ecosistema)
29/05/2016 Lungo Reno Fiorini Claudio

Webmaster: Ecosistema scrl
Consulenze e Servizi per la conservazione della Natura e lo sviluppo ecosostenibile - Copyright © 2006-2013 Ecosistema scrl